IL PARADISO DEL RISO…

Il Riso Carnaroli Superfino della Riserva San Massimo nasce in una zona fertile e pianeggiante a breve distanza dal terrazzo che domina la Valle del Ticino, a Gropello Cairoli, nella Lomellina in provincia di Pavia.

Il processo di produzione del Riso Carnaroli Superfino della Riserva San Massimo, dalla trebbiatura al confezionamento, avviene ancora in modo artigianale e tradizionale. Ciò permette al riso di mantenere integri il sapore, la fragranza e tutte le qualità organolettiche ottenute durante la crescita che avviene in un ambiente naturale e incontaminato dove la conformazione geografica ed ambientale non ha subito i mutamenti portati dall’agricoltura intensiva.

IL RISO CHE NON TEME CONFRONTI

La bontà del Riso Riserva San Massimo è data dalla continua attenzione e perseveranza della famiglia Antonello, che cerca sempre di migliorare ogni piccola cosa all’interno della tenuta, scegliendo personalmente di coltivare solo nei campi più fertili, che sono in grado di darci la qualità estrema.

Ma il lavoro non finisce qui, infatti  ogni passaggio che il riso fa in azienda è controllato e sempre in miglioramento, come l’essiccazione che viene effettuata solo a basse temperature, per non creare rotture nei nostri chicchi, che rimangono  sempre compatti  e molto gustosi.

Il riso viene Pilato in piccoli lotti, per garantire ai nostri clienti maggior freschezza e il mantenimento di tutte le qualità organolettiche.

100% RISO AUTENTICO

Esistono diverse varietà di riso che si possono accomunare sotto il nome Carnaroli (come ad esempio il Karnak e il Carnise precoce), ma la passione della proprietà ha portato a  produrre solo quella autentica, il Carnaroli , nonostante la produzione sia più limitata e la difficoltà di produzione è altissima.

Produrre Carnaroli in purezza è stata una sfida molto difficile, ma negli ultimi tempi ha pagato con i complimenti di molti chef italiani e internazionali che dopo anni sono riusciti a ritrovare nei nostri sacchetti di riso i sapori autentici di un vero Carnaroli.

  • La natura e l’ecosistema hanno donato il territorio, la Riserva San Massimo  ha fatto il resto; l’ Autentico Riso Carnaroli della Riserva è tutto ciò che ci si dovrebbe aspettare da un Grande Riso.

    Simone Zambon
  • Il vostro riso è stata una rivelazione, ora so cosa è il vero riso… un riso che porta con se tutti gli umori e i profumi dell’oasi dove viene coltivato… Pura poesia!

    Christian Milone
  • In azienda ci sono persone veramente speciali, che hanno amore per il loro lavoro e per la terra che curano; tutto questo si riflette nella bontà del riso che riesce a convincere chiunque.

    Paola Sucato
  • La risaia appena allagata, di maggio, la mattina presto. Il sole che scalda le spighe.

    Il tepore di un piatto di riso coltivato e cucinato con Passione: questa è radice e origine, questo è il mio legame con San Massimo.

    Fabrizio Ferrari
  • Amore a primo assaggio per un prodotto autentico, un Riso Carnaroli di qualità che difficilmente abbandoni, grazie per la vostra passione!

    Francesco Apreda
  • Una delle tante anime di Milano è sicuramente il risotto, farlo con dei chicchi eccellenti è come dare la parola a quest’anima.

    Cesare Battisti
  • La perfezione è un arte elaborata, la possiamo ritrovare in cucina e sulle nostre tavole nei nostri risotti grazie al Carnaroli Autentico della Riserva San Massimo.

    Matteo Fossati
  • Il cibo che proponi è lo specchio della tua azienda, la Riserva San Massimo è un’oasi della biodiversità proiettata in un mondo moderno e dinamico.

    Dino Massignani
  • Ciò che Guido Antonello ha creato in Lombardia con l’ Azienda Agricola San Massimo è un esempio di vita creativa e verde e sottolineando che la natura umana fa parte dell’insieme del cosmo, dimostra capacità e responsabilità per un”modo di vivere in un mondo da vivere”. Come piace anche a me.

    Reinhold Messner